mediazione linguistica & culturale

per Enti pubblici e Aziende

SENZA FRONTIERE è una Cooperativa sociale nata nel 1992 con lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità in cui opera attraverso la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini per il tramite della gestione di servizi sociosanitari ed educativi, mantenendosi entro l’ambito di valori che pongono al primo posto la persona e la cittadinanza attiva, promuovendo i valori della convivenza e della solidarietà. Da sempre quindi la Cooperativa Senza Frontiere si adopera nel campo dell’integrazione e del sostegno delle fasce deboli e delle persone in stato di disagio socio-economico. Opera sul territorio della Regione Piemonte, prevalentemente nella Città Metropolitana di Torino ed è aderente a Confcooperative. 

SENZA FRONTIERE ha sede in corso Brescia nel cuore del quartiere Aurora nel quale fin dal nostro insediamento si opera per favorire l’integrazione e la convivenza tra culture. Presso la nostra sede ospitiamo svariate realtà sociali tra cui l’Associazione Interzona Fuoriluogo aderente ad Arci Torino, l’Associazione di cultura araba AFAQ, l’Associazione Donne Senegalesi Torino, l’Associazione Isola di Arran e la redazione di Polvere e il Comitato Popolare Aurora. contribuendo a offrire spazi e occasioni di incontro, sostegno e assistenza alla cittadinanza italiana e straniera sia sul territorio della propria circoscrizione che sul territorio cittadino. 

Essere impresa sociale vuol dire che l’utile realizzato, oltre ad essere un utile economico destinato ad essere reinvestito nelle attività della Cooperativa stessa, è anche un utile sociale che genera miglioramento, benessere, integrazione e crescita sociale, destinato quindi ad arricchire il territorio su cui si opera.

ATTIVITÀ DELLA COOPERATIVA

Tra le attività che svolgiamo o abbiamo svolto segnaliamo:

  • mediazione interculturale presso enti pubblici e privati
  • interpretariato presso enti pubblici e privati
  • gestione di servizi informativi e gestione di sportelli front office per la pubblica amministrazione
  • assistenza sociale ai minori, ai giovani, alle donne, agli anziani ed agli adulti in difficoltà, compresa la gestione di centri diurni, di accoglienza e di comunità alloggio per il recupero di persone socialmente svantaggiate
  • raccordo tra i bisogni delle minoranze svantaggiate e le istituzioni
  • animazione ed iniziative ricreative, culturali, sportive, rivolte ai minori in età scolare, alle donne e a tutte le fasce deboli
  • attività educative e/o formative, rivolte ai minori, alle donne, ai giovani e a tutte le fasce deboli e svantaggiate
  • attività di ricerca, organizzazioni di convegni, seminari di studio, di spettacoli, attività di stampa e di documentazione, finalizzata alla sensibilizzazione sui problemi di persone odi gruppi socialmente e/o culturalmente svantaggiati
  • formazione, aggiornamento, qualificazione e/o riqualificazione del personale socio-assistenziale e ad operatori del settore socio-sanitario

I nostri settori di intervento più significativi:

  • Settore Enti locali, Regione, Provincia, Comune
  • Settore nazionale e coordinamenti nazionali
  • Settore giuridico
  • Settore sanitario
  • Settore socio-assistenziale
  • Settore casa e lavoro
  • Settore privato sociale e volontariato
  • Settore associativo e di rappresentanza dei migranti
  • Settore internazionale e contatti con rappresentanze Diplomatiche

Ad oggi svolgiamo attività di mediazione interculturale presso:

  • Ufficio Stranieri della Città di Torino
  • Città della Salute e della Scienza di Torino (Molinette, Sant’Anna, Regina Margherita, CTO)
  • Scuole d’infanzia, scuole primarie e secondarie della Città di Torino
  • Uffici Anagrafici della Città di Torino
  • ASL TO 5, con gestione del Centro ISI e servizi presso i presidi ospedalieri e gli ambulatori del territorio
  • Politecnico di Torino
  • Tribunale di Torino
  • Serd – ASL Città di Torino
  • Cooperativa Alice di Alba
  • Associazione Trame di Carmagnola
  • Consorzio CIS Compagnia d’Iniziative Sociali di Alba
  • Fondazione Paideia  – Torino

LA MEDIAZIONE CULTURALE

La mediazione culturale è l’attività che favorisce l’incontro tra differenti componenti identitarie, culturali, religiose, etniche e linguistiche allo scopo di superare le differenze e produrre un percorso di conoscenza, condivisione e integrazione. Il mediatore interculturale interviene attivamente nel dialogo sociale, aiutandolo e rafforzandolo, attraverso la conoscenza delle identità coinvolte.

La mediazione culturale rappresenta quindi un servizio utile e necessario per favorire il processo di integrazione degli immigrati in un nuovo paeseattraverso la conoscenza reciproca di culture, di valori, di tradizioni, di diritto, di sistemi sociali, in una prospettiva di maggiore comprensione, di scambio e di arricchimento reciproco.

Gli elementi che maggiormente caratterizzano i mediatori culturali sono la competenza comunicativa, l’empatia, l’ascolto attivo e la conoscenza sia del Paese di accoglienza, sia del Paese di provenienza.

La figura del mediatore interculturale si è quindi specializzata e qualificata, assolvendo a molteplici funzioni: interpretariato linguistico, comunicazione, informazione, orientamento, accompagnamento, assistenza, formazione, ricerca, consulenza, progettazione, gestione del conflitto.

SERVIZI DI MEDIAZIONE CULTURALE
PER GLI ENTI PUBBLICI 

Gli ambiti di impiego della figura del mediatore sono:  la scuola, la sanità, della scuola, i servizi sociali, i centri di accoglienza e le iniziative culturali. Più in generale tutti gli ambiti laddove l’ente pubblico si relaziona con l’utenza straniera.

Le situazioni in cui il mediatore culturale può essere utile sono, ad esempio: 

  • difficoltà di comunicazione e collaborazione con persone che usufruiscono dei servizi del territorio
  • accompagnamento di un paziente straniero nel percorso di cura
  • supporto agli insegnanti nell’inserimento di alunni stranieri e nei rapporti con le famiglie
  • supporto nella comunicazione linguistica e culturale con persone straniere negli ambiti lavorativi, condominiali, legali

SERVIZI 
PER LE AZIENDE

Le situazioni in cui il mediatore culturale può essere utile sono, ad esempio:

  • traduzione
  • interpretariato e mediazione culturale
  • delegazioni
  • mediazione negli ambiti dove vi è una forte presenza di lavoratori stranieri, a maggior ragione se di differente nazionalità

SERVIZI DI MEDIAZIONE CULTURALE
PER GLI ENTI PUBBLICI 

Gli ambiti di impiego della figura del mediatore sono:  la scuola, la sanità, della scuola, i servizi sociali, i centri di accoglienza e le iniziative culturali. Più in generale tutti gli ambiti laddove l’ente pubblico si relaziona con l’utenza straniera.

Le situazioni in cui il mediatore culturale può essere utile sono, ad esempio: 

  • difficoltà di comunicazione e collaborazione con persone che usufruiscono dei servizi del territorio
  • accompagnamento di un paziente straniero nel percorso di cura
  • supporto agli insegnanti nell’inserimento di alunni stranieri e nei rapporti con le famiglie
  • supporto nella comunicazione linguistica e culturale con persone straniere negli ambiti lavorativi, condominiali, legali

SERVIZI PER LE AZIENDE

Le situazioni in cui il mediatore culturale può essere utile sono, ad esempio:

  • traduzione
  • interpretariato e mediazione culturale
  • delegazioni
  • mediazione negli ambiti dove vi è una forte presenza di lavoratori stranieri, a maggior ragione se di differente nazionalità

IN SENZA FRONTIERE PARLIAMO 73 LINGUE E DIALETTI
(E AUMENTANO IN CONTINUAZIONE…)

LINGUE

  • Albanese
  • Amarico
  • Arabo
  • Bangla
  • Bielorusso
  • Bosniaco
  • Bulgaro
  • Cinese
  • Croato
  • Curdo
  • Dari
  • Farsi
  • Egiziano
  • Filippino
  • Francese
  • Giapponese
  • Greco
  • Indiano
  • Hindi
  • Indiano
  • Punjabi
  • Inglese
  • Kosovaro
  • Lituano
  • Macedone
  • Marocchino
  • Moldavo
  • Montenegrino
  • Nigeriano
  • Oromo
  • Pashtu
  • Peruviano
  • Polacco
  • Portoghese
  • Romanes (Rom)
  • Romeno
  • Russo
  • Serbo
  • Sloveno
  • Siriano
  • Somalo
  • Spagnolo
  • Tedesco
  • Tigrino
  • Turco
  • Ucraino
  • Ungherese
  • Urdu
  • DIALETTI

  • Akan
  • Bambara
  • Baoule
  • Dandi
  • Dioula
  • Djerma
  • Ewe
  • Fanti
  • Foula
  • Hausa
  • Igbo
  • Kotokoli
  • Kikongo
  • Kikuyu
  • Kotokoli
  • Lingala
  • Maninka
  • Mandingo
  • Pidgin
  • Pular
  • Swahili
  • Soninke
  • Sousou
  • Twi
  • Wolof
  • Yoruba
  • LAVORA CON NOI

    I tuoi dati saranno trattati in base alle disposizioni del regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati personali. Per approfondire leggi qui: Privacy Policy Senza Frontiere

    CONTATTI

    Sei interessato ai nostri servizi?
    Vuoi richiedere informazioni?
    Hai un progetto da proporre?

    Contattaci via e-mail all’indirizzo info@senzafrontiere.to.it
    e ti risponderemo al più presto

    oppure chiamaci al numero 011 856589
    e lascia un messaggio in segreteria

    CONTATTI

    Sei interessato ai nostri servizi? Vuoi richiedere informazioni? Hai un progetto da proporre?

    Contattaci via e-mail all’indirizzo info@senzafrontiere.to.it e ti risponderemo al più presto
    oppure chiamaci al numero 011 856589 e lascia un messaggio in segreteria

    ACCOGLIAMO: 
    TIROCINANTI / SERVIZIO CIVILE /
    TESI E TIROCINI

    ACCOGLIAMO TIROCINANTI / SERVIZIO CIVILE / TESI E TIROCINI

    Chiudi il menu